Crea sito

10 modi per spendere (e consumare) meno

Ciao, oggi voglio condividere con te alcuni spunti per riuscire a risparmiare economicamente e alleggerire l’impatto che abbiamo sul “nostro” pianeta.

  1. SEGNA LE SPESE
    La prima delle regole per risparmiare, è la più banale: segnati le spese che fai ogni giorno. Benzina, caffè, aperitivo, spesa, bollette. Segnati tutto così puoi tenere traccia di come e dove spendi i tuoi soldi e successivamente capire dove puoi tagliare, risparmiare e capire se ci sono spese inutili che puoi evitare. Evitare spese superflue equivale a necessitare di meno soldi. Avere meno bisogno di soldi significa avere meno obblighi lavorativi, o potersi permettere delle scelte.
  2. DATTI TEMPO (REGOLA 24 ORE)
    Vedi quel mobiletto bellissimo, è in offerta, costa pochissimo e magicamente scopri che ti serve e che lo stai cercando da una vita, anche se non lo hai mai nominato. Ecco, mentre il tuo compagno ti guarda stranito da questa notizia segretissima, datti almeno un giorno (anche una settimana) e vedi se te ne ricordi. Molto probabilmente quel bisogno vitale è svanito assieme all’offerta che hai sbadatamente perso.
    —————————————————————————————————————————
    QUI TROVI ALTRE CINQUE SUPERMOSSE PER SALVARE IL PANETA
    —————————————————————————————————————————
  3. IL CAFFè DI CASA
    Il caffè di casa non ha paragoni, è il più buono ed economico. Si, so bene che costa un euro. Ma un euro la mattina e anche solo uno dopo pranzo, diventano due euro al giorno. Che per sette giorni diventano quattordici. Cinquantasei euro al mese, solo di caffè. Che dici? Meglio quello di casa. Ed eviti anche il rischio che non sia nemmeno troppo buono in certi bar. Sono le bricioline quotidiane che fanno la differenza.
  4. COMPRA MENO, COMPRA MEGLIO
    Smetti di rincorrere l’affare ad ogni costo, evita come le brutte malattie quelle malefiche ceste dove tiri fuori il peggio di te, come un Indiana Jones del low cost. Quella li è robaccia, Al 110% merce a basso costo, di bassa qualità e di bassa dignità per i lavoratori che l’hanno prodotta.
  5. LISTA DELLA SPESA (ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE A QUELLO CHE SI SCRIVE)
    Fondamentale scrivere la lista della spesa…e rispettarla scrupolosamente! Eh si perchè se vuoi davvero prendere solo quello che ti serve che sia per risparmiare o per non sprecare o prendere cose in più, devi attenerti a ciò che hai scritto.
    I vari “Eh, ma mi sono dimenticato di segnare questo e quell’altro” non valgono, e non ti aiuteranno nel tuo intento, se è quello di ridurre spese e sprechi.
    —————————————————————————————————————————
    UNA LETTURA CONSIGLIATA: IL LIBRO PLASTICA ADDIO
    —————————————————————————————————————————
  6. RIDUCI GLI APERITIVI
    Tasto ultradolente, gli aperitivi (o cene). Non possiamo lamentarci di essere sempre a corto di soldi se una sera ogni altra siamo al bar ad imbottirci di patatine, birre, vini o qualche strano intruglio da bar. Si è figo, ti fa sentire “nel giro”, ma è uno sperpero immenso di denaro. Non ti dico di eliminarli completamente, anche perchè so bene che il 90% delle occasioni per vedere gli amici sono in situazioni simili, ma approfittane magari per avanzare proposte diverse…ti ricordi una volta? Una ventina d’anni fa, ci si trovava a casa a bere il caffè prima che esplodesse la moda degli happy hour .
    Ancora una volta ritorna la semplicità di qualche decennio fa.
  7. OCCHIO AL PREZZO AL CHILO (O LITRO)
    Non abboccare al cartellino del supermercato col prezzo più basso o prezzi evidenziati di supermegaofferte del mese. Molto più spesso di quanto credi, ci sono prodotti che costano a prezzo pieno, meno di quelli in offerta, e non stiamo parlando di qualità del prodotto, ma spesso, si paga il marc(h)io, la pubblicità.
    Sul cartellino del prezzo guarda con attenzione, c’è sempre specificato il prezzo al chilo o al litro. Devi fidarti di quello, perchè è lì, piccolino, quasi invisibile.
    Ed è anche l’unico che ti permette di fare un reale confronto tra i prodotti.
  8. OCCHIO ALLE BOLLETTE (RIDUCI GLI SPRECHI)
    Luce, acqua, gas…la triade delle bollette…qui c’è poco da fare, ma quei tre “poco” se li unisci tra loro e alle altre cose a cui fare attenzione, vedrai che incidono anche quelli.
    Luce – spegnila assolutamente se non sei in quella stanza…a che serve? A illuminare le ragnatele? Poi ovviamente fai andare che ne so, le lavatrici, nelle fasce orarie economiche, che solitamente sono quelle nelle ore notturne
    Acqua – Chiudi il rubinetto quando ti insaponi, quando ti lavi i denti, chiudi il tappo del lavabo e recupera l’acqua per lavarci i piatti….l’acqua è sacra e ne buttiamo via un’infinità di litri ogni giorno! Acqua potabile che corre via veloce negli scarichi
    Gas – partiamo dai termosifoni d’inverno: teniamo temperature decenti, non dobbiamo ricreare un clima sub-tropicale in casa e girare in maniche corte a dicembre. Un piccolo accorgimento per il gas? Quando cuoci la pasta, non usare la fiamma fino all’ultimo secondo di cottura. Una volta portata ad ebollizione l’acqua, butta il sale, butta la pasta e copri col coperchio; fai tornare a bollore, prima che la schiuma inizi a fuoriuscire, spegni il fuoco e lascia coperto per tutti i minuti di cottura indicati (anche uno in più, ma dovrai verificare di persona) e il gioco è fatto. La pastasciutta, per magia, sarà ugualmente cotta e tu avrai dimezzato l’uso del gas.
    —————————————————————————————————————————
    UN ALTRO METODO PER RISPARMIARE è CAMBIARE VITA
    —————————————————————————————————————————
  9. COMPRA DI STAGIONE
    Che buone la frutta e la verdura di stagione! Seguire la stagionalità dei prodotti ti darà un sacco di vantaggi. Primo, costa decisamente meno rispetto alle angurie a capodanno; secondo, è notevolmente superiore la qualità del prodotto fresco di stagione; terzo, è molto più facile da reperire a chilometro zero e, last but not least, i i prodotti stagionali sono ricchi di proprietà e nutrienti necessari e adatti alla stagione in cui maturano. Per tornare alla nostra amica anguria a capodanno: quanta utilità ha un frutto che è praticamente una sorgente di acqua fresca? Molto meglio il carico di vitamina C delle arance, non trovi?
  10. GUIDA TRANQUILLO
    Guidare sereno e rilassato ti aiuterà a risparmiare soldini e ulcere gastriche. Prova a fare il tragitto casa-lavoro come al solito, stando sotto al culo della macchina che ti precede, in un continuo tango di accelerate e frenate con relative imprecazioni, fino al magico sorpasso, quello della libertà. Libertà che si interrompe drasticamente al semaforo rosso sessantacinque metri dopo. Riprova guidano, ad esempio, rispettando i limiti, o stando leggermente sotto. Cambia quando serve, frena meno. Magicamente scoprirai che ci avrai messo meno, avrai consumato meno, usurato gomme e freni meno, ma soprattutto ti sarai risparmiato fastidiosi bruciori di stomaco dati dal nervosismo di una guida da autodromo. Pare che si riducano i consumi fino al 30% guidando con tranquillità e andando piano. Alcuni azzardano un 50%. Ad ogni modo, anche fosse solo un 10%, Guida piano, che sei anche meno pericoloso.
    —————————————————————————————————————————
    A PROPOSITO DI GUIDA, LEGGI QUI
    —————————————————————————————————————————

Conclusioni

Spero che questi dieci punti ti siano utili e soprattutto che tu sia consapevole che sono tante piccole attenzioni a fare una grande differenza finale.
Dal caffè al rubinetto possiamo ridurre drasticamente le spese e ancora più importante, ridurre sprechi e consumi di risorse del nostro pianeta creando così anche meno rifiuti.

HAI TROVATO INTERESSANTE QUESTI DIECI PUNTI DA SEGUIRE?LI SEGUIVI GIA’? LASCIA UN COMMENTO QUI SOTTO. GRAZIE 🙂

CHE NE DICI? MI METTI UN BEL “MI PIACE” ALLA PAGINA FACEBOOK?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read more:
Scegliere la Vita, quella vera – (più di) un anno di vita in montagna

Una bella chiacchierata assieme a Tommaso, co-autore assieme ad Alessia del libro "Al ritmo delle stagioni, un anno di vita...

Close