Crea sito

L’ orchestra riciclata – Far suonare i rifiuti

Di immondizia in ambito musicale non si può certo dire che ne manchi, ma non è certo il caso del nostro articolo di oggi.

Di rifiuti si parla, ma rigenerati e trasformati in strumenti musicali ai quali non solo si è ridata vita, ma uno scopo notevole per la bellezza del mondo.

Cosa succede se si prendono lattine, posate, tappi, contenitori, si ripuliscono e si mettono in mano a persone che amano terra e musica?

Nascono realtà come la Recycled Orchestra e il documentario “Landfill Harmonic .

Cumuli di macerieorchestra2

Cateura, in Paraguay è una città nata praticamente sulla spazzatura e che vive di spazzatura.

Ogni giorno i suoi abitanti provvedono al proprio sostentamento anche “grazie” alla discarica.

Colline di immondizia e oggetti buttati non sono certo lo scenario migliore per nessuno, tantomeno per dei bambini.

Il parco giochi di questi bambini, il cortile dove giocare sono praticamente un paesaggio creato da lerciume e scarto di altri.

Fortunatamente là ci vive anche Fabio Chavez, il direttore di questa orchestra nonchè ideatore del progetto.

La speranzaOrchestra1

Il messaggio principale che arriva, per lo meno a me, di questa avventura è il restituire la speranza ai bambini che vivono in luogo ingrigito dai danni dell’ uomo.

Restituire o dare la speranza a quei bimbi e non solo, perché la musica non ha certo limiti di età.

Certo loro assieme al maestro costruiscono ed imparano a suonare, ma il bello della musica è che è un messaggio non verbale che arriva a chiunque.

Non serve essere studenti di qualsivoglia disciplina per potersi emozionare con la musica a differenza di altre arti per le quali magari è necessaria un minimo di conoscenza base per comprenderle.

Il mondo ci manda spazzatura, noi rimandiamo indietro musica

Potrebbe interessarti : Vivere 738 giorni su una sequoia – Julia Hill

Impegno premiato

L’ esperienza del riuso e del riciclo tramandata a questi bambini è il primo dei bagagli che si porteranno appresso d’ ora in avanti.

Hanno imparato ( e non è poco se nasci in certi luoghi e condizioni ) a reinventare, riciclare, non sprecare.

Hanno imparato che da ciò che molti scartano, si può trarre qualcosa che a noi potrà dare gioia e spirito d’ iniziativa.

Hanno ricevuto in regalo la speranza, che una città così forse non regala molto generosamente.

Hanno ripreso fiducia negli adulti, che da un lato sono la causa delle condizioni in cui vivono, dall’ altra il motivo della loro felicità.

Hanno imparato che non siamo tutti uguali, nel bene e nel male.orchestra3

Avranno sicuramente imparato ad apprezzare la gioia del “donare” la musica a chi non sa suonare.

E in ultima, hanno imparato un’ altra arte, che è quella manuale.

Oltre a tutto questo, un ritorno fondamentale per la soddisfazione di tutto l’ impegno messo è il documentario Landfill Harmonic.

Un documentario che racconta questo viaggio di rinascita per questi oggetti diventati strumenti musicali, di bambini diventati musicisti e di un sogno diventato realtà e che li ha resi famosi in tutto il mondo.

E scusa, tu non definiresti un successone partire da una discarica e da alcuni tappi di bottiglie e latte di olio e finire sul palco coi Metallica e i Megadeth?

Insomma, penso che l’ utopia di questo insegnante, un’ idea folle immagino, in una città come la loro, sia degna e meritevole di tutto il successo che stanno avendo.

Leggi anche : Canapa VS Ilva

Conclusioni

Dove i raggi del sole faticano ad arrivare a illuminare certe vite, arrivano persone.

Persone per molte considerate pazze, con idee fuori dal comune.

Oso solo immaginare le difficoltà di portare avanti certi sogni e idee in certi posti.

Non che qui sia molto più facile avere una mente sorridente e produttiva.

Chissà se i grandi della musica passata e contemporanea sarebbero in grado di fare tanto.

Prendere robaccia, rimetterla a nuovo, reinventarla, farla suonare e dare un futuro a dei bambini.

Non potevo non parlarti di questa storia bellissima, perché primo, c’è sempre bisogno di belle notizie e per secondo perché accomuna musica ed ecologia, due ingredienti fondamentali di questo blog.

Per la rubrica “cambiare il mondo è possibile” per questa settimana è tutto, con un sorriso ti saluto e ti lascio ascoltare un estratto dal documentario che racconta l’ orchestra dei rifiuti.
Se anche tu sei a conoscenza di realtà simili perché non me ne parli nei commenti?

 

 

2 Risposte a “L’ orchestra riciclata – Far suonare i rifiuti”

    1. Ciao Cristina, sono felice l’abbia trovato interessante.
      Questo è proprio il caso della necessità che aguzza ingegno. Belle notizie e belle cose che è giusto far conoscere per dare, di riflesso, speranza anche a noi ;).
      Grazie del commento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read more:
stonature
Come vivere più sereni

Vivere più sereni da subito applicando tre semplici regole che ci aiuteranno a migliorare e alleggerire la nostra vita.

Close