Crea sito

The Gemboo – il cambiamento che parte da un gabbiano

Ogni azienda eticamente sostenibile ha alla base degli avvenimenti che hanno fatto scattare la scintilla verso quella direzione.

Oggi ti presento The Gemboo, azienda sarda produttrice di accessori per la cura della persona veramente sostenibili.

Prima di proseguire che ne dici di iscriverti alla NEWSLETTER per non perderti niente? Trovi il box a destra.

stonature

La storia

Come Jonathan Livingston anche qui il protagonista, almeno iniziale, è un gabbiano.

Una sera del 2019, sulle cristalline acque della Sardegna, un gabbiano si posa su un palo di legno che fuoriesce dall’acqua e fin qui tutto normale.

L’occhio più attento dei protagonisti (reali) di questa storia però nota qualcosa che non va: il gabbiano ha in bocca un piatto di plastica usa e getta.

Già le immaginiamo le battute dei più, sul fatto che andasse a cena col piatto pronto o simili, ma fortunatamente, due delle persone che sedevano sulla battigia, si sono poste una domanda ed un problema, evidentemente da risolvere:

cosa fare perché questo non accada più?

AGIRE!

A proposito di plastica

stonature

Dal pensiero all’azione

I nostri The Gemboo hanno capito che (evviva!) l’indignazione non basta, e che bisognava agire nei gesti di ogni giorno, concentrandosi sui rifiuti maggiormente realizzati durante una giornata giungendo a focalizzarsi su:

  • Spazzolino
  • Dentifricio
  • Filo interdentale
  • Dischetti per struccarsi

Qualche dato:

  • Ogni anno in Europa, circa 2 miliardi di spazzolini da denti finiscono nella spazzatura, quindi in discarica o, peggio ancora, negli oceani.
  • Ogni anno, solo in Italia, vengono gettate nell’immondizia 650.000 tonnellate di dischetti struccanti.
  • Circa 800 specie animali sono in pericolo a causa dell’ingestione accidentale di plastica.

Tre motivi più che sufficienti, direi.

Ti preoccupa il problema dei rifiuti abbandonati in Natura? Guarda qui

La Natura ci dà tutto il necessario

Indovina qual è il materiale che Madre Natura ci offre e che The Gemboo ha deciso di utilizzare? Esatto, il bambù.

Considerato una pianta “infestante”, il bambù cresce molto facilmente anche in situazioni di scarse condizioni climatiche e in Oriente sono presenti delle intere foreste di questa magnifica pianta.

La sua straordinaria propensione alla crescita è formidabile: nelle giuste condizioni può arrivare alla velocità di un metro al giorno e in soli 6 mesi, toccare i 15 metri di altezza. Altroché fonti non rinnovabili e materie plastiche con esagerate richieste energetiche.

Non meno importante è la capacità di produrre fino al 35% di ossigeno in più rispetto ad altri tipi di arbusti e l’assimilazione di CO2 fino a 40 volte superiore degli  stessi.

I nostri produttori di accessori però, che sono molto attenti, stanno nel frattempo studiando altre risorse naturali con cui collaborare, tra cui la rinomata canapa, anch’essa già conosciuta per caratteristiche eccezionali tra assorbimento degli agenti inquinanti, resistenza e sostenibilità per la produzione della stessa.

Guarda qui cos’hanno fatto con la canapa

Terzo compagno di squadra probabilmente in arrivo nel mondo The Gemboo è il PLA: l’acido Polilattico.

Questo materiale ha una peculiarità davvero molto interessante, ovvero la facilità al compostaggio, perché estratto dagli zuccheri del mais, della canna da zucchero o altri materiali naturali.

La scelta delle risorse da utilizzare per produrre gli oggetti di uso comune cade necessariamente su materiali la cui produzione risulta meno impattante per il Pianeta, come lo smaltimento di questi.

Sono molti gli aspetti da tenere in considerazione per definire un prodotto ecosostenibile: il confezionamento, l’energia richiesta per la trasformazione da materia grezza a prodotto finito, il metodo di coltivazione della materie in questione, fino allo smaltimento di tutti questi oggetti di uso comune e quotidiano.

Una lettura sulla plastica

I prodotti

The Gemboo è specializzata in pochi e curatissimi prodotti, tutti votati all’attenzione per la sostenibilità ambientale nell’uso quotidiano.
Dischetti struccanti lavabili 100% biodegradabili e composti di soli materiali naturali (bambù e cotone).

Spugna di konjac: un tubero d’alta quota della zona subtropicale asiatica.

Sapone: composto da glicerina vegetale, oli vegetali e miele, e naturalmente in confezioni di carta.

Sacchetto: a rete in cotone non sbiancato e completamente biodegradabile per riporre i propri prodotti.

Spazzolino: completamente in bambù con una particolare cura nell’estetica e nell’ergonomia. Unica parte in nylon sono le setole, che sono facilmente rimovibili a fine vita dello strumento, potendo poi utilizzare il manico come supporto per le piantine o come ornamento nei vasi o dove meglio si crede. La ricerca dell’azienda per quanto riguarda il materiale delle setole è continua e non appena si troverà un materiale migliore, verrà introdotto.

Filo interdentale: in amido di mais e confezione di carta per rendere anche quest’abitudine giornaliera, ecologica a tutti gli effetti. Il dentifricio è in pastiglie monodose, in confezione di carta completamente compostabile e riciclabile evitando anche qui, di produrre inutili rifiuti.

Hai un’azienda che tiene conto dell’impatto ambientale o ne conosci una che vorresti aiutare a promuoversi? Contattami

Conclusioni

The Gemboo ha un motto:

È una tua scelta

Ecco perché l’azienda è finita tra le pagine di StoNature. Sai bene che anch’io la penso così e in ogni articolo scritto qui, puoi trovare spunti e motivazioni per alzarti e cambiare direzione, perché il mondo cambia (o non cambia) in base alle nostre scelte.

Ti ho introdotto un minimo a questa realtà davvero molto interessante che ti invito ad approfondire tramite i canali social dove potrai interagire direttamente con loro ed entrare nel loro regno fatto di rispetto, sostenibilità e amore per l’ambiente.

RISPETTA LA VITA, RISPETTA LA NATURA

Link

Shop online

Instagram

Facebook

Aiutami a diffondere il lavoro di chi st attento all’ambiente. Condividi l’articolo e se lo hai trovato interessante, lascia un commento. GRAZIE 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read more:
plastica addio
LIBRI: Plastica addio, Elisa Nicoli, Chiara Spadaro

Un manuale ricco di informazioni per chi vuole approfondire l'argomento della riduzione dell'uso e della produzione della plastica. Ricco di...

Close