Crea sito

Abbassare le aspettative per vivere meglio

Quella delle aspettative troppo alte è una questione delicata e con la quale mi sono dovuto spesso confrontare perchè per indole appartengo a quelli che puntano sempre tanto, forse troppo, in alto. Condivido quindi con te questa riflessione.

Aspettative e delusioniabbassare aspettative

Le aspettative sono importanti e fondamentali per vivere una vita intensa.

Faccio questa premessa perchè non starò certo a promuovere il “puntare al nulla“.

Sarà probabilmente capitato anche a te di esserti trovato a voler raggiungere un qualcosa, un obiettivo o aspettarti qualcosa in cambio da altri e rimanere deluso.

Le aspettative alimentano le delusioni

Di conseguenza il malcontento.

Vivere senza aspettative però, equivale a non vivere.

Bisogna quindi trovare un giusto equilibrio tra le cose ( come in tutte le cose ).

LEGGI ANCHE: Vivere 738 giorni su una sequoia – Julia Hill

Abbassare l’asticella abbassare aspettative

Per il proprio benessere è necessario

abbassare le aspettative

Avere comunque degli obiettivi, ma che siano raggiungibili senza troppe difficoltà.

Porsi obiettivi troppo alti, alimenterà facilmente un senso di frustrazione e di malcontento generale.

Diversamente, se ci porremo obiettivi più raggiungibili alimenteremo la nostra felicità, soddisfazione e la tanto nominata autostima.

E poi ci migliora non poco.

Prendiamo come esempio una delle situazioni più classiche: un amico mi chiede un favore, glielo faccio e la prima volta che ho bisogno io, questo si rifiuta.

Risultato? Ci incazziamo, ci offendiamo e ci promettiamo che sarà l’ultima volta che faremo favori perché è un attimo da buoni passare per ********, giusto?

Se invece cerchiamo di mantenerci liberi e ascoltare solo la nostra volontà e quindi decidiamo di aiutare indipendentemente dall’ aspettarci un ritorno da parte degli altri, non metteremo nessuno nella condizione di doverci qualcosa.

Direi che questo non è poco in un’ epoca in cui tutti si aspettano tanto da tutti.

Idem verso noi stessi.

Se decidiamo di correre una maratona e non abbiamo mai indossato delle scarpe da running possiamo scegliere di volerla correre tra un mese, tra 4 o non appena saremo pronti.

Certo, darsi una scadenza è produttivo, ma la differenza sta nel come affrontiamo il percorso.

Potremmo essere delusi perchè vorremmo fare di più, oppure i più fortunati, potrebbero godere dei piccoli progressi fatti ogni giorno.

Chi dei due starà meglio?

abbassare aspettative
Il rischio del fallimento dipende dall’ altezza delle nostre aspettative

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Isole in vacanza – Ecco cosa succede in Thailandia

Di sicuro chi si porrà obiettivi più raggiungibili sarà prima di tutto, facilitato a raggiungere il risultato e per logica conseguenza sarà più soddisfatto dei propri progressi che saranno visibili.

Come fare

Verso gli altri, possiamo appunto proporci solo se sentiamo di farlo realmente volentieri e quindi non aspettandoci un ritorno (e penso che questa sia la fase più complessa della questione), ma richiederà sicuramente un gran lavoro su noi stessi.

Per noi invece, possiamo ad esempio mettere su carta i nostri obiettivi (poi è così bello usare carta e penna) e darci vari tipi di scadenze ed obiettivi. Ovvio che sarà più facile con delle situazioni pratiche, come ad esempio la corsa, l’allenamento, degli esercizi quotidiani, leggere un tot all’anno, etc. piuttosto che situazioni del tipo “voglio essere più gentile”. Però secondo me questo metodo è utile in entrambi i casi. Dividili in scadenze a lungo, breve e medio termine, ma SEMPRE coi piedi per terra per non auto-alimentare delusioni e frustrazioni. Mantieni le aspettative ad un livello facilmente raggiungibile e alza di quel poco che ti serve da stimolo per motivarti a migliorare o raggiungere quel primo piccolo traguardo. Prova e fammi sapere nei commenti come va.

UN ESEMPIO DI COME TANTE PICCOLE COSE DANNO GRANDI RISULTATI? LEGGI QUI

Conclusioni

L’esempio della corsa è solo uno dei tanti e le situazioni sono le più svariate, ma questo vuol essere solo un piccolo aiutino per farti ragionare su come ti poni verso te stesso e verso gli altri.

Questo articolo non è una lezione, è più un promemoria (anche per il sottoscritto) che però voglio condividere con chi casca nella mia stessa trappola quotidianamente.

Il corridore in questione magari potrebbe non riuscire a prepararsi per la fatidica maratona, ma se avrà goduto ogni giorno dei piccoli risultati avrà vinto ogni giorno in soddisfazione, al contrario di quello che avrà passato mesi frustrato.

Abbassare le aspettative significa questo per me :

continuare a rincorrere ciò che si desidera, ma gratificandosi dei piccoli traguardi giornalieri che si ottengono.

La prima vittoria è vivere bene.

E ricordiamoci di non aspettarci mai che gli altri siano come noi, come noi non vogliamo essere ciò che gli altri si aspettano da noi.

Ti è piaciuto questo articolo? Mi aiuteresti a condividerlo? E se ti va, lascia un commento dicendomi la tua opinione o esperienza. GRAZIE 🙂

SE TI FA PIACERE PUOI SEGUIRMI ANCHE SU FACEBOOK METTENDO UN LIKE QUI SOTTO

Articoli correlati
Aspettative basse: la soluzione per vivere bene

Avere aspettative basse è la soluzione per vivere bene e più serenamente. Avere aspettative troppo alte può causare frustrazione.

Spesa sostenibile: come essere più leggeri sul pianeta anche al supermercato
INQUINAMENTO

Spesa sostenibile: vediamo come farla anche nei grandi supermercati cercando di ridurre il nostro impatto ambientale

Camminare come medicina
camminare

Camminare fa bene, non ci sono dubbi, ma c'è chi sostiene che sia una vera e propria medicina per anima Read more

10 mosse per vivere sostenibile da subito
vivere sostenibile

Vivere sostenibile non è un'impresa eroica. Eccoti dieci mosse semplici da mettere in pratica per cominciare da subito a salvare Read more

2 Risposte a “Abbassare le aspettative per vivere meglio”

    1. Esatto Cri! Proprio quello che intendevo. Godere dei piccoli successi che ci avvicinano sempre di più al risultato finale, con meno frustrazioni. E non sai quante volte ci casco 😀
      Grazie del commento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi altro:
Amare la Natura e fotografarla – Marco Colombo, fotografo naturalista

Intervista a Marco Colombo e la sua fotografia naturalisitca

Chiudi