Crea sito

Come risparmiare acqua: 10 mosse utili

In questo articolo scoprirai 10 modi facili per sapere come risparmiare acqua in casa.

L’acqua è una delle risorse più importanti che abbiamo, se non addirittura la più importante e non sprecarla è necessario oltre che doveroso.

Partiamo da qualche numero sulle risorse idriche e sulla disponibilità di acqua.

Circa l’87% della popolazione mondiale (all’incirca 5,9 miliardi di persone) ha accesso a fonti di acqua potabile. Sembra una buona percentuale, vero? Questo significa però che il restante 13% della popolazione mondiale non possiede questo agio.

Circa un miliardo di esseri umani, ad oggi, non ha accesso ad acqua potabile per bere o lavarsi. Un diritto fondamentale e necessario per vivere.

Oltre a questo, 1 persona su 3 non ha accesso a servizi igienico-sanitari di base. La conseguenza è che molte malattie si sviluppano da queste condizioni: acqua sporca o mancanza di igiene complicano la vita quotidiana.

Nella grande fetta di mondo alla quale apparteniamo anche noi, che ne abbiamo libero accesso, avviene purtroppo molto spreco di questo bene e risorsa vitale.

Questo accade per noncuranza, mancanza di conoscenze, distrazione, abitudine e mille altri motivi.

D’altro canto siamo nati in una parte di mondo in cui si alza una leva o si gira un pomello e l’acqua comincia a fluire, come per magia.
Penso che gran parte delle cattive abitudini che adottiamo in questo ambito sia dovuta proprio a questa situazione di magia quotidiana che ci distanzia dall’idea che in alcune zone del Pianeta, le persone, devono camminare per chilometri, per poter accedere a una fonte di acqua potabile.

Dobbiamo rivalutare molti aspetti, nemmeno troppo impegnativi, delle nostre vite, come risparmiare acqua in casa, durante tanti piccoli e continui gesti che compiamo.

Fatta questa breve premessa, nell’articolo ti spiegherò come cercare di ridurre gli sprechi di acqua, perché è un bene troppo importante, al quale molti non accedono, per essere sprecato.

come risparmiare acqua
Foto di musiking da Pixabay

LEGGI ANCHE 5 BUONE ABITUDINI PER IL PIANETA E PER TE STESSO

10 modi per risparmiare acqua

Alcuni (e per alcuni) potranno sembrare scontati, ma credimi, la disattenzione verso questi gesti quotidiani è più diffusa e radicata di quanto sembri, anche se, fortunatamente, sempre più coscienze si stanno risvegliando. Ogni giorno sono sempre di più le persone che si impegnano e stanno attente a molti aspetti come risparmiare acqua.

  1. Chiudi il rubinetto quando ti lavi i denti, ti insaponi in doccia, o insaponi i piatti.
    Mentre ti lavi i denti e lo spazzolino fa il suo lavoro, se non chiudi il rubinetto, puoi sprecare dai 6 ai 7,5 litri di acqua per ogni lavaggio. Moltiplica per due o tre persone, in media, in casa, e moltiplica per (stiamo bassi) due lavaggi al giorno: lo spreco di acqua va dai 36 ai 45 litri di acqua al giorno. Immaginali imbottigliati per farti un’idea. Questo significa che in un mese, se non facciamo attenzione a questo gesto apparentemente insignificante, rischiamo di sprecare, di buttare 1.080/1.350 litri di acqua. Un gesto semplice, ci vuole un secondo, non ci affatica, e fa tanto.
  2. Preferisci la doccia al bagno in vasca.
    Per una doccia breve, di 5 minuti, si usano circa 80 litri di acqua. Per riempire una vasca da bagno se ne usano circa 150, praticamente il doppio. Significa che per ogni bagno in vasca, 70 litri di acqua vanno sprecati. A patto che la doccia venga fatta con criterio, chiudendo il rubinetto mentre ci si insapona e che non si rimanga troppo a lungo sotto a quel getto.
  3. Recupera l’acqua di lavaggio di frutta e verdura.
    Quando lavi frutta a verdura, fallo su una bacinella, o nella vasca del lavabo col tappo chiuso. Puoi usarla per dare da bere alle piante, per lavarci i piatti (anche se per questo è quasi sprecata – è preferibile usarle per innaffiare) o anche nel secchio per lavare i pavimenti, quelli esterni magari. A maggiore ragione, ed è sempre meglio optare per questa soluzione, se acquisti prodotti ortofrutticoli genuini e non (o poco) trattati. Parte integrante dei metodi per risparmiare acqua è il recupero della stessa.
  4. Installa dei frangigetto.
    Applicando i filtri frangietto aerati a tutti i rubinetti di casa (lavandini, bidet, lavabo, vasca) si riduce dal 30% al 60% il consumo di acqua che, per una famiglia di tre persone, corrisponde a circa 6000 litri all’anno di acqua. Questi piccoli filtrini (ve ne sono in commercio di varie tipologie) sono costruiti con una serie di retine che mischiano aria all’acqua, dando lo stesso risultato di fuoriuscita dell’acqua, ma con una dispersione minore di acqua.
  5. Recupera l’acqua piovana.
    Una delle mie pratiche preferite. Ogniqualvolta il cielo promette pioggia, corro a mettere sul balcone ogni sorta di annaffiatoio, vasca, vaschetta, bacinella e secchio. Vedrai che meraviglia! Con quanta facilità il cielo offrirà acqua bonus da utilizzare per le piante o per i pavimenti esterni. Se hai la fortuna di una casa singola puoi anche convogliare l’acqua delle grondaie di scolo del tetto verso un contenitore capiente. Questa è tutta acqua che sottrarrai al rubinetto.
  6. Chiudi il tappo della vasca del lavabo.
    Se chiudi il tappo della vasca del lavabo e quando lavi la verdura o sciacqui qualche stoviglia orienti il getto in quella vasca, vedrai che per quando dovrai lavare i piatti (se li lavi a mano, o comunque se li sciacqui prima di affidarli alla lavastoviglie), avrai tutta l’acqua necessaria a questo compito. Anzi, se sarai stata/o abbastanza brava/o non ne avrai nemmeno abbastanza… ottimo segno!
  7. Raccogli l’acqua che si scalda.
    L’estensione del metodo qui sopra: quando ti serve acqua calda e apri il rubinetto, anziché farla scivolare giù per lo scarico, falla fluire in una bacinella o nella vasca di cui sopra. Lo stesso vale per l’estate: se come me non bevi acqua fredda da frigorifero, ma le tubature sono bollenti e ti restituiscono i primi secondi di acqua calda dal rubinetto, recuperala, è sacra!
  8. Carica al massimo gli elettrodomestici.
    Parliamo ovviamente di lavatrice e lavastoviglie. Caricale per la loro portata massima. E cerca di usare i vari programmi eco, rapidi e a risparmio energetico di cui sono dotati gli attuali modelli. Sai che in questo modo, in famiglia, puoi risparmiare più di 8.000 litri all’anno?
  9. Ripara i danni.
    La radice di tutti i mali (anche quello dell’insonnia provocata dalla gocciolina che ti tormenta di notte): i rubinetti che perdono. Senza parlare di tubature che, si spera, se dovessero aver perdite, si provvederebbe a sistemarle nell’immediato a causa di ulteriori fastidi e danni che potrebbero causare, anche la semplice rubinetteria, con quella costante gocciolina, fa danni immensi. Ne dubiti? Mettici una caraffa o una vaschetta sotto e verifica quanta acqua ci trovi dentro a fine giornata. Con un singolo rubinetto che perde puoi superare i 20.000 litri di acqua sprecata in un anno.
  10. Se lavi l’auto, usa un secchio.
    Questo è uno degli usi più insulsi che esistano dell’acqua potabile. Se da un lato del pianeta c’è un miliardo di persone che non ha acqua da bere, molti tra gli altri 6 miliardi di persone, usano quell’acqua per lavarci l’automobile a suon di gomme dell’acqua che come armate dell’igiene, lustrano con cura le carrozzerie dei loro bolidi. Lava e cura pure la tua auto se ci tieni, ma usa due secchi: uno con acqua e sapone (possibilmente acqua di recupero e sapone biodegradabile) e uno di sola acqua per il risciacquo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE 10 MOSSE PER VIVERE SOSTENIBILE DA SUBITO

Un’ultima osservazione prima di lasciarti andare a mettere in atto questi consigli

Come vedi, questi sono tutti piccoli gesti, che presi singolarmente possono sembrare insignificanti, ma se li cerchiamo di applicare tutti, i risultati saranno sorprendenti! Più saremo a comportarci in un determinato modo, più influiremo sulle sorti del pianeta e, anche se indirettamente, su quelle di altri esseri viventi. Le attenzioni devono essere costanti e su più aspetti possibili, perché ogni nostro piccolo gesto ha una conseguenza, a volte fatale. Bisogna porre attenzione ai nostri gesti come non sprecare il cibo, non inquinare inutilmente e come risparmiare acqua. Con un piccolo sforzo iniziale queste attenzioni diventeranno abitudini e saranno automatiche. Senza più pensarci consciamente ti ritroverai in sintonia col pianeta e con bollette più leggere!

FAMMI SAPERE SE LI HAI MESSI IN PRATICA, SE LO FACEVI GIÀ O SE HAI ALTRI CONSIGLI DA AGGIUNGERE. DAI PURE IL TUO CONTRIBUTO, LO APPREZZERÒ.

CONDIVIDI L’ARTICOLO SE TI É  STATO D’AIUTO, GRAZIE 🙂

Articoli correlati
10 modi per spendere (e consumare) meno

Dieci consigli molto semplici per risparmiare soldi ed energie della Terra. Scoprirai che bastano davvero poche accortezze per cambiare marcia.

10 mosse per vivere sostenibile da subito
vivere sostenibile

Vivere sostenibile non è un'impresa eroica. Eccoti dieci mosse semplici da mettere in pratica per cominciare da subito a salvare Read more

The Gemboo – il cambiamento che parte da un gabbiano
stonature

The Gemboo è un'azienda green che produce articoli per la cura del corpo ecofriendly e sostenibili

Giornata mondiale dell’ambiente – prendiamocene cura
stonature giornata mondiale ambiente

Il 5 giugno è la giornata mondiale dell'ambiente. Vediamo come prendercene cura ogni giorno per migliorare le condizioni della Terra.

2 Risposte a “Come risparmiare acqua: 10 mosse utili”

  1. Ciao! Anch’io adotto qualcuno dei tuoi consigli, difficilmente tutti lo ammetto. Però, per dirti, quando mi lavo i denti chiudo sempre il rubinetto e a volte, non sempre però, uso l’acqua utilizzata per lavare la verdura per innaffiare le mie poche piantine.

    1. Ciao Stefy e grazie del tuo contributo. Ma sai, non è sempre facile avere tutte le attenzioni possibili. Io credo che l’importante sia fare quello che si può e che ognuno sente di poter fare. Sono abitudini che si devono radicare in noi e a cui ci dobbiamo abituare. Credimi, anche quello che fai tu non è così scontato. Quindi, Grazie 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi altro:
stonature giornata mondiale ambiente
Giornata mondiale dell’ambiente – prendiamocene cura

Il 5 giugno è la giornata mondiale dell'ambiente. Vediamo come prendercene cura ogni giorno per migliorare le condizioni della Terra.

Chiudi